Spoleto

Standard

 

Cosa c’è di meglio che iniziare con Spoleto, meta fissa per noi essendo la città natale di Massimo, mio marito,  almeno un paio di volte all’anno ci troviamo a girare tra i vicoli antichi di questa bellissima cittadina umbra.

Qui abbiamo amici che ci aspettano sempre con cui passiamo giornate a visitare luoghi e serate spensierate davanti ad un tavolo con le bruschette e del buon vino che però, solitamente,  portiamo noi dal Piemonte  facendo così scambi enogastronomici.

Al nostro arrivo Laura e Giovanni hanno pensato bene di portarci sulle rive del Nera, nella Valnerina dove scorre un acqua limpida e gelida.

Rimaniamo a guardare per un po’ i pescatori  e notiamo che stanno praticando la pesca NO KILL un tipo di pesca sportiva con la mosca ma regolamentata con tanto di cartelli.

La giornata scorre spensierata tra i ricordi e le risate.

Facciamo una lunga passeggiata e ci ritroviamo all’ora di cena al GUSTOSO VILLAGE localino carino, con tavoli all’aperto sotto i gazebo.

Qui si mangia con le mani come recita la tovaglietta , un’ottima pizza, del polletto gustosa birra e buona musica dal vivo.

L’indomani aspettiamo gli amici che ci raggiungono da Valmadonna (AL), con cui trascorreremo l’estate.In tarda mattinata, come d’accordo,  arrivano e li portiamo in un vortice di monumenti e bellezze storiche del posto.Non che qui si faccia fatica a trovare reperti storici, ogni angolo rievoca l’antichità.

Prendiamo l’ultima nata,   la scala mobile di Spoleto,   che da Spoleto bassa porta a Spoleto alta  con uno snodo di 7 scale mobili e arrivando in cima si ammira in tutta la sua bellezza LA ROCCA ALBORNOZIANA , antico baluardo militare eretto nel 1395,  poi divenuto carcere e ora museo.

Un primo scorcio del PONTE DELLE TORRI,  un acquedotto romano, alto ben  82 m a dir poco di grande interesse e bellezza.

Scendiamo, poi, fino al Duomo, risalente al 1200 con la sua facciata gotica rinascimentale, lascia sempre senza fiato.

Gli interni meno ricchi di addobbi  delle chiese piemontesi ma con marmi e mosaici originali di grande effetto.

Ammiriamo il paesaggio da un belvedere a due passi dal duomo e qui una cicala frinisce catturando la nostra attenzione, ecco che parte tra i ragazzi la gara del “chi la trova per primo!”, ed è l’occhio di lince di Mattia che la trova sul tronco dell’albero, adesso sta a voi trovarla in questa foto, e vi assicuro che c’è !!!…..come non la vedete???  ecco vi do un aiutino…è proprio nello snodo del primo ramo dall’alto della foto ed è di profilo!

Anche solo uno scorcio dei tetti fa capire le bellezze architettoniche del luogo.

I nostri amici rimangono entusiasti del giro spoletino e non smettono di fare foto e commenti positivi.

e non sanno che li attende un pasto al ristorante DEI PINI che con i suoi tortellini panna e tartufo, o gli strengozzi con gli asparagi e i sanguinosi, la coratella d’agnello, le carni alla brace e così via, lascia a tutti la voglia di tornarci prima possibile. A gestione famigliare con personale ospitale e gioioso. Per noi meta fissa da anni, e non potevamo non portare anche gli amici più cari.

Adesso, per smaltire cotanto pasto non ci resta che andare a Terni a visitare le cascate delle Marmore e di questo ve ne parlerò in un altro post, promesso!.

Una giornata a sbrigare un po’ di commissioni ed ecco il ritrovo con gli amici di Spoleto,  un bicchiere di buon vino, due fette di capocollo e pancetta  fatte in casa da Marcello,

qui assaggiamo un formaggio delizioso che  viene fatto con il latte delle mucche che mangiano le stoppie del grano…..grande apericena un grazie di cuore a Marcello!!!!

Con Laura e Giovanni andiamo a cena da sua sorella Loredana, che abita con Matteo in un bellissimo antico casale ristrutturato.

Una bruschetta con l’olio Spoletino e Matteo si lancia in un pasta saltata con i pomodorini e l’Umbria ti rimane nel cuore.

Informazioni su michelabocedi

……parlare di me è forse l’argomento più arduo che mi si possa sottoporre…..vediamo….ecco, partiamo con le cose semplici, quelle che la natura mi ha dato…l’età, ho da pochi anni passato i 40 e vivo questo momento con entusiasmo!!! Sono mamma di due bimbi…..ragazzi (scusate), Manuel e Mattia e moglie di un marito speciale, Massimo. Adoro dipingere e realizzare con le mani tutto ciò che ispira la mia fantasia. Lavoro a tempo pieno davanti ad un computer, adoro viaggiare sia come turista che come viaggiatore e anche con la fantasia !!! Adoro le comodità ma il gusto dell’avventura a volte dà spazio all’adattarsi. Ho aperto il mio blog michelabocedi.wordpress.com da pochissimo e per caso e la cosa mi sta interessando molto! Adoro le fotografie e quando viaggio scatto in continuazione e per mia fortuna hanno inventato le digitali così non spendo più dei capitali in sviluppo di rullini!!! Credo nelle foto non ritoccate e non trovo mai una foto di me che mi piaccia !!!!……. Appena posso organizzo uscite fuori casa, da pochi km a chissà dove…… scrivo diari di viaggio e raccolgo ricordi di ogni posto. Non sto mai ferma, canto in un coro (con mio marito),organizzo cene tra amici, faccio sport, giriamo i wellness e cerchiamo i periodi meno gettonati per i nostri tour, dormiamo in tenda e negli alberghi a 5 stelle (quando troviamo le offerte :-) ). Mi adatto a tutte le situazioni, sono dinamica e a volte stressante…..direi mutevolmente lunatica!! Share this:

»

  1. Pingback: Cascata delle Marmore « michelabocedi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...